martedì 21 febbraio | 11:49
pubblicato il 21/ott/2013 14:53

Legge stabilita': Sangalli, la scossa non l'abbiamo visto

(ASCA) - Roma, 21 ott - ''La scossa non l'abbiamo vista. Lo shock che tutti chiedevamo non c'e' stato. Insomma, la legge di stabilita' doveva e poteva segnare un passaggio di forte discontinuita' con il passato, in termini di diminuzione delle tasse e di sostegno all'economia reale, ma cosi' non e' stato e la svolta non c'e' ancora''. Lo ha detto il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, a margine dell'assemblea annuale della Confcommercio di Novara.

''Abbiamo una pressione fiscale che e' assolutamente incompatibile con qualsiasi ipotesi di sviluppo e di crescita - ha aggiunto Sangalli -. Per questo il nostro Paese ha assoluta necessita' e urgenza di una profondissima operazione di sottrazione: meno spesa pubblica e meno tasse. Ribadiamo, dunque, la necessita' di un percorso di riduzione della pressione fiscale, attuando prima di tutto la riforma fiscale, con il duplice obiettivo di ridurre le tasse e semplificare un barocco sistema di adempimenti che oggi soffoca le imprese''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia