domenica 11 dicembre | 15:04
pubblicato il 22/nov/2013 20:24

Legge stabilita': Saccomanni, superato il test, non va rifatta

Legge stabilita': Saccomanni, superato il test, non va rifatta

(ASCA) - Bruxelles, 22 nov - ''Non c'era stata alcuna bocciatura e dunque non c'era bisogno di una promozione'', ma ad ogni modo ''oggi abbiamo superato il test''. Lo afferma il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, al termine dell'Eurogruppo straordinario sui progetti di legge di stabilita' dei paesi dell'Eurozona. ''Il lavoro che avevamo di fronte oggi e' andato bene'', ribadisce Saccomanni. ''E' stato riconfermato che nessun paese deve rifare la legge di stabilita' ne' ripresentarla''. Per quanto riguarda il nostro paese ''si riconosce che si deve ridurre il debito e le misure che abbiamo approntato vanno in quella direzione''. A livello di Eurozona, continua il titolare del Tesoro, ''si riconosce che vanno portate avanti le misure previste nella legge di bilancio e le misure parallele'', vale a dire la revisione della spesa (o spending review), privatizzazioni, cessione quote azionarie di societa' controllate, rientro dei capitali. L'Italia, conclude, porta a casa ''un risultato complessivamente positivo''.

bne/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina