mercoledì 22 febbraio | 05:28
pubblicato il 10/dic/2013 18:36

Legge stabilita': Saccomanni, Bruxelles non ci chiede di fare cose nuove

(ASCA) - Bruxelles, 10 dic - In Commissione europea ''hanno riconosciuto che non dobbiamo fare cose nuove'' per mettere a posto i conti pubblici. Lo afferma il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, a margine dei lavori dell'Ecofin, rispondendo a chi gli chiede se ci sono stati chiarimenti con il commissario europeo per gli Affari economici e monetari, Olli Rehn. ''Nel corso del 2014 auspichiamo che dalle misure che abbiamo preso ci saranno delle risorse che potranno essere usate per ridurre il livello di debito e soddisfare questo criterio'' della riduzione del debito pubblico cosi' da poter richiedere l'attivazione della clausola per gli investimenti.

bne/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia