domenica 26 febbraio | 16:30
pubblicato il 15/nov/2013 16:10

Legge stabilita': Nomisma, valutazione Commissione Ue comunque negativa

(ASCA) - Roma, 15 nov - ''Bocciatura o non bocciatura, comunque vogliamo chiamarla quella della Commissione europea e' una valutazione negativa''.

Lo afferma in una nota Sergio De Nardis, capo economista Nomisma, spiegando che ''se il Pil del 2014 cresce poco, cio' avviene non perche' l'Italia non ha fatto le riforme strutturali, ma perche' e' stato dato un colpo durissimo all'economia con una dose da cavallo di austerita', tutti insieme in Europa, senza azioni in senso opposto, di stimolo, in Germania e nelle altre economie che potevano perseguirle''.

Si tratta di ''un pessimo framework di politica macroeconomica che ha provocato danni alle economie, da cui occorrera' tempo per riprendersi: lo ha perseguito il nostro policy maker, la Commissione europea - spiega -. E' sempre piu' forte il rischio che questa Europa ci porti dritto-dritto a un Parlamento europeo 'anti-europeo' alla prossima tornata elettorale''.

com-drc/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech