lunedì 23 gennaio | 09:52
pubblicato il 30/ott/2013 08:55

Legge stabilita': Giovannini, intervento cuneo non avvantaggia ricchi

(ASCA) - Roma, 30 ott - ''Facciamo chiarezza: Corte dei Conti e Istat non hanno detto che l'intervento sul cuneo fiscale avvantaggia i piu' ricchi''. Lo sottolinea il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, ospite a 'L'Economia Prima di Tutto' su Radio1 Rai, rispondendo ai rilievi avanzati in audizione in Parlamento dai magistrati contabili e dall'istituto di statistica sulla legge di stabilita'. ''Hanno fatto solo presente - precisa Giovannini - che i tagli al costo del lavoro non riguardano gli incapienti e i pensionati, ma questo non vuol dire che vanno a favore dei piu' ricchi. Ora il punto fondamentale e' che le risorse per la riduzione del peso fiscale sul lavoro sono significative ma certamente insufficienti, ed e' per questo che il governo ha detto: discutiamo in Parlamento come redistribuire diversamente i benefici'', anche in favore dei redditi piu' bassi e delle famiglie numerose. Il dibattito in Parlamento deve anche ''trovare ulteriori risorse'' per rafforzare gli interventi sul lavoro e sulla lotta alla poverta'. red-drc/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4