giovedì 19 gennaio | 20:16
pubblicato il 29/ott/2013 10:19

Legge stabilita': Corte Conti, su costi standard resistenze politiche

(ASCA) - Roma, 29 ott - La definizione dei costi standard per le Regioni ''e' piu' facile a dirsi che a farsi, la Commissione preposta non ha cavato un ragno dal buco, anche per le resistenze della politica''. Lo afferma il presidente designato della Corte dei Conti, Raffaele Squitieri, in audizione in Senato sulla Legge di stabilita'. ''Non e' piu' concepibile la diversita' dei costi sostenuti nelle diverse Regioni - spiega la Corte dei Conti -, ma bisogna trovare una graduazione, anche perche' ci sono macroscopiche, insopportabili differenze tra le diverse aree del Paese, dovute tra le altre cose anche alle diversita' nelle spese dei trasporti e nelle infrastrutture''.

Squitieri ha poi aggiunto di essere ''un po' pessimista'' sulla possibilita' di raggiungere un risultato in tal senso.

sgr-drc/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale