martedì 06 dicembre | 17:56
pubblicato il 29/ott/2013 10:19

Legge stabilita': Corte Conti, su costi standard resistenze politiche

(ASCA) - Roma, 29 ott - La definizione dei costi standard per le Regioni ''e' piu' facile a dirsi che a farsi, la Commissione preposta non ha cavato un ragno dal buco, anche per le resistenze della politica''. Lo afferma il presidente designato della Corte dei Conti, Raffaele Squitieri, in audizione in Senato sulla Legge di stabilita'. ''Non e' piu' concepibile la diversita' dei costi sostenuti nelle diverse Regioni - spiega la Corte dei Conti -, ma bisogna trovare una graduazione, anche perche' ci sono macroscopiche, insopportabili differenze tra le diverse aree del Paese, dovute tra le altre cose anche alle diversita' nelle spese dei trasporti e nelle infrastrutture''.

Squitieri ha poi aggiunto di essere ''un po' pessimista'' sulla possibilita' di raggiungere un risultato in tal senso.

sgr-drc/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Lego
Lego, la dinastia Kirk Kristiansen blinda il futuro dei mattoncini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Touchscreen e realtà aumentata: a Milano il supermarket del futuro
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni