domenica 26 febbraio | 10:06
pubblicato il 29/ott/2013 10:19

Legge stabilita': Corte Conti, su costi standard resistenze politiche

(ASCA) - Roma, 29 ott - La definizione dei costi standard per le Regioni ''e' piu' facile a dirsi che a farsi, la Commissione preposta non ha cavato un ragno dal buco, anche per le resistenze della politica''. Lo afferma il presidente designato della Corte dei Conti, Raffaele Squitieri, in audizione in Senato sulla Legge di stabilita'. ''Non e' piu' concepibile la diversita' dei costi sostenuti nelle diverse Regioni - spiega la Corte dei Conti -, ma bisogna trovare una graduazione, anche perche' ci sono macroscopiche, insopportabili differenze tra le diverse aree del Paese, dovute tra le altre cose anche alle diversita' nelle spese dei trasporti e nelle infrastrutture''.

Squitieri ha poi aggiunto di essere ''un po' pessimista'' sulla possibilita' di raggiungere un risultato in tal senso.

sgr-drc/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech