giovedì 08 dicembre | 13:04
pubblicato il 15/ott/2013 21:41

Legge stabilita': Cgil, non convince. Mancano segnali di equita'

(ASCA) - Roma, 15 ott - In attesa di conoscere l'intero provvedimento, le prime indicazioni sulla Legge di stabilita' ''non convincono''. E' quanto fanno sapere dalla Cgil, secondo cui nel provvedimento presentato questa sera mancano ''un chiaro segnale di equita' e chiare indicazioni in direzione di ridistribuzione dei redditi''.

In particolare, secondo Corso d'Italia ''risultano insufficienti le risorse destinate alla restituzione fiscale per i lavoratori, mentre per il reddito da pensione nulla e' stato detto''. La Cgil esprime ''preoccupazione'' anche per il capitolo sulla pubblica amministrazione, con tagli che ''rischiano di scaricarsi totalmente sui lavoratori, come era gia' emerso dalle bozze circolate in questi giorni''.

Il sindacato guidato da Susanna Camusso ribadisce che ''senza una riduzione delle diseguaglianze, nn ci puo' essere alcuna idea di crescita e rilancio dell'economia del Paese''.

drc/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Bce
Al via direttorio della Bce da cui è attesa proroga piano acquisti
L.Bilancio
L.Bilancio: via libera definitivo alla manovra con 166 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni