sabato 21 gennaio | 20:34
pubblicato il 28/nov/2013 18:00

Legge stabilita': Cgil, incomprensibile tagliare strumenti contro crisi

(ASCA) - Roma, 28 nov - ''Non c'e' alcun segnale che indichi una ripresa dell'occupazione nei prossimi mesi, appare quindi incomprensibile la scelta di tagliare proprio ora tutti gli strumenti di contrasto alla crisi''. Cosi' il segretario confederale della Cgil, Serena Sorrentino, commenta le notizie relative alla bozza del decreto sulla cig in deroga e sulle misure legate al lavoro nella legge di Stabilita'. In ordine, spiega la dirigente sindacale, ''si taglia il fondo ai contratti di solidarieta'' di tipo 'b', quelli previsti dalla legge 236/93, e non si finanzia per nulla la misura prevista dalla legge 102/09 che consente l'integrazione dal 60% all'80 % dei contratti di solidarieta' (previsti dalla legge 863/94) che hanno consentito di evitare licenziamenti e ricorso alla cassa in deroga. In piu' - aggiunge - si taglia la piccola mobilita' togliendo quegli incentivi utili alla assunzione agevolata per le imprese dei lavoratori licenziati individualmente e collocati in mobilita'''.

Quanto agli ammortizzatori in deroga, Sorrentino sostiene: ''Si fa una doppia operazione: non ci sono le risorse per coprire il 2013 e non sono abbastanza per il 2014, mentre si presenta una bozza di decreto con il quale si tagliano le mensilita' di copertura per il 2014, 2015 e 2016. Abbiamo detto da sempre come Cgil che la deroga andava superata e introdotta una riforma per gli ammortizzatori che li rendesse universali, che coprisse tutti i lavoratori, anche precari, e di tutte le imprese con il modello assicurativo degli ammortizzatori ordinari. Un'operazione quindi senza pesi eccessivi per la fiscalita' generale, utilizzando le risorse che ci sono, concetto che ribadiamo, per serie politiche attive per l'inserimento e la ricollocazione dei lavoratori''. Alla luce di queste misure, la dirigente della Cgil domanda al governo: ''In assenza di misure alternative, togliendo tutti gli strumenti di contrasto alla crisi, come sara' possibile tutelare l'occupazione e combattere i licenziamenti? Le organizzazioni sindacali presenteranno a ore le osservazioni al decreto sulla deroga ma sarebbe opportuno utilizzare gia' le prossime per aprire un tavolo tecnico sugli ammortizzatori che risolva per sempre il tema della deroga e del sostegno ai lavoratori che oggi non hanno neanche quella''.

Infine, ancora sul merito del decreto sulla deroga, la Cgil ribadisce ''la contrarieta' ad un taglio cosi' pesante sulla mobilita' in deroga e sulla cassa in deroga, inoltre ci sono delle cose bizzarre come il massimale dei dodici mesi nel biennio mobile con il vincolo di massimo 8 mesi nel 2014 e 6 nel 2015 e 2016. Sara' una lotteria e un incentivo a fare domanda appena emanato il decreto per ottenere il massimo di copertura, dall'altro una spinta ai licenziamenti visto che le coperture non coprono il tempo di una crisi o di una ristrutturazione. Se ci sono sprechi o abusi, questi vanno combattuti: non tagliando alla cieca ma introducendo maggiore controllo sugli accordi e piu' selettivita'. Cosi' invece gli unici a pagare le spese di una politica economica sbagliata, e della mancanza di coraggio nel fare una riforma universale ed inclusiva degli ammortizzatori, saranno imprese e lavoratori lasciati senza strumenti per combattere la crisi.

Anche per questo - conclude Sorrentino - il prossimo 14 dicembre saremo in piazza per chiedere un'altra politica economica''. com-fgl/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4