giovedì 08 dicembre | 02:02
pubblicato il 24/ott/2013 19:00

Legge stabilita': Centrella, ci aspettiamo correzioni in Parlamento

(ASCA) - Roma, 24 ott - ''L'Ugl si aspetta dal Parlamento un contributo serio al miglioramento della Legge di Stabilita' che nella sostanza chiede di piu' a chi ha di meno''. Lo dichiara il segretario generale dell'Ugl, Giovanni Centrella, spiegando come ''proprio per questo abbiamo rivolto a tutti i Capigruppo di Camera e Senato una richiesta di incontro per spiegare cio' che non va e deve essere cambiato nel ddl''.

''Mettendo insieme tutti i tasselli del mosaico - sottolinea il sindacalista - tra Trise, blocco dei contratti, degli straordinari e rateizzazione del Tfr per il pubblico impiego, 'l'offensivo' taglio del cuneo fiscale, l'assenza totale del Sud, l'ulteriore schiaffo ai pensionati, le scarse risorse destinate alla cassa integrazione dovrebbe essere evidente a chiunque che il ceto medio-basso continua ad essere colpito, a perdere risorse e a fare troppi sacrifici''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni