mercoledì 18 gennaio | 01:20
pubblicato il 21/ott/2013 12:10

Legge stabilita': Angeletti, condanna Paese a stagnazione fino al 2015

Legge stabilita': Angeletti, condanna Paese a stagnazione fino al 2015

(ASCA) - Roma, 21 ott - ''Siamo preoccupati: con questa Legge di stabilita' abbiamo condannato il Paese ad una stagnazione almeno fino al 2015''. Lo afferma il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, in conferenza stampa, condividendo con Cgil e Cisl un giudizio ''negativo'' sul provvedimento al varo del Governo: ''non e' uno strumento utile per l'inversione della politica economica del Paese, da recessiva a stimolatrice della crescita, unico vero obiettivo'' da perseguire.

drc/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa