domenica 04 dicembre | 09:22
pubblicato il 10/mar/2014 14:46

Le aziende sono pessimiste, per 5 su 8 scarse prospettive ripresa

Pesano difficoltà nel credito e fisco

Le aziende sono pessimiste, per 5 su 8 scarse prospettive ripresa

Roma (askanews) - Cinque aziende su otto vedono ancora nero e il 2014 resta pieno di ombre: anche questi dodici mesi, per quanto riguarda le prospettive di ripresa economica, sembrano drammatici. Sono diversi i motivi che mettono in ansia gli imprenditori del nostro Paese: problemi con le banche per la concessione di credito, difficoltà nel rispettare scadenze e adempimenti fiscali, ritardi dei pagamenti della pubblica amministrazione, mancati incassi da clienti privati, impossibilità di pianificare investimenti, scarsa flessibilità nel gestire l'occupazione. Un mix di fattori che fa prevedere un quadrimestre assai complesso per l'economia italiana con le prospettive di ripresa ridotte al lumicino. Questo l'esito di un sondaggio del Centro studi Unimpresa.Secondo i risultati della consultazione nei prossimi mesi potrebbe registrarsi un'impennata di dissesti finanziari, stati di crisi o addirittura fallimenti e altre procedure concorsuali. Una previsione decisamente cupa che viene registrata nel 62,5% delle risposte ai questionari.

Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari