mercoledì 07 dicembre | 10:10
pubblicato il 11/giu/2011 13:57

Lavoro/Camusso:Non è vero dipendenti pubblici sono avvantaggiati

Ad essere cresciute sono soprattutto disparità a favore dirigenti

Lavoro/Camusso:Non è vero dipendenti pubblici sono avvantaggiati

Firenze, 11 giu. (askanews) - I dati della Banca d'Italia, secondo cui gli stipendi nel settore pubblico sono aumentati sensibilmente rispetto a quelli del settore privato, "non corrispondono al vero". E' quanto ha tenuto a precisare lSusanna Camusso, segretario generale della Cig. "Basta chiedere ad un infermiere o a un insegnante e verifichiamo che retribuzioni hanno, non è affatto così". Rispondendo ai giornalisti, a margine di una tavola rotonda a Firenze, Camusso aggiunge che, semmai, "sono forse cresciute le disparità nelle retribuzioni, come è accaduto nel privato. Alcune posizioni dirigenziali assicurano fino a 1500 volte il guadagno dei dipendenti". Pertanto, conclude il segretario della Cgil, "non sono le retribuzioni che sono aumentate, ma le disparità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Banche
Banche, Dombrovskis: l'Italia è preparata se e quando servisse
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Bce
Il direttorio Bce decide giovedì su proroga al piano di stimoli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Robotica soft, macchine più versatili ispirate a piante e animali
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni