venerdì 09 dicembre | 06:45
pubblicato il 11/apr/2013 13:25

Lavoro: Ue, Italia in 'top-ten' europea per contratti collettivi

(ASCA) - Bruxelles, 11 apr - L'Italia ha una piena copertura del lavoro nel settore pubblico con contratti collettivi, e nel complesso, a livello di sistema paese, e' tra i primi dieci paesi dell'Unione europea ad avere un sistema di contrattazione collettiva. Lo rileva il rapporto 2012 sulle relazioni industriali in Europa della Commissione europea, diffuso oggi. L'Italia fa parte di quei paesi che puo' vantare un tasso di copertura di contratti collettivi nel settore pubblico del 100% (insieme ad Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Finlandia, Francia, Grecia, Lituania, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovenia, Svezia). A livello economico complessivo, la contrattazione collettiva e' prevista sempre in Austria e Belgio (tasso del 100%), mentre hanno un tasso superiore all'85% Finlandia, Francia, Slovenia e Svezia. Seguono Italia e Danimarca con un tasso dell'80%.

bne/rf/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni