venerdì 09 dicembre | 13:10
pubblicato il 12/mar/2013 13:45

Lavoro: Subito.it, su internet 17% offerte in piu' sul 2012

(ASCA) - Roma, 12 mar - In un contesto di crisi generale, il sito negli annunci di compravendita e lavoro Subito.it fa il punto sul mercato del lavoro evidenziando un'inaspettata crescita della richiesta di personale pari al 17% rispetto all'inizio del 2012, sebbene registri un sensibile aumento di annunci di candidati in cerca di occupazione.

Sono oltre 200 mila gli annunci di candidati che si propongono per diverse tipologie di professioni, ovvero il 37% in piu' rispetto allo stesso periodo del 2012. Le candidature spontanee sul sito a febbraio 2013 eccedono gli annunci di posizioni aperte del 175%. Il dato e' ancora piu' significativo se confrontato con lo stesso periodo dell'anno precedente, in cui il delta tra domanda e offerta era del 134%.

''Il fenomeno - sottolinea Daniele Contini, Amministratore Delegato di Subito.it - si spiega in parte con la crescita dell'utilizzo di Internet che, nel periodo considerato e' stato di circa il 7%*, e che si riflette nell'evoluzione dei modelli di fruizione del media da parte degli italiani. Dal nostro Osservatorio abbiamo l'opportunita' di vedere da vicino come il web sia fruito da fasce sempre piu' ampie di popolazione, sia in termini di distribuzione a livello territoriale che di eta', per i piu' svariati fini. Questo influisce indubbiamente anche sul mercato del lavoro, ambito nel quale, a fronte di una contrazione generale del mercato, internet si e' evidentemente accreditato nel tempo come strumento immediato e affidabile di ricerca di opportunita' professionali e di business sia dal lato della domanda che dell'offerta''. L'ampio studio condotto da Subito.it a livello nazionale fotografa anche un significativo scostamento qualitativo tra le posizioni aperte e quelle invece piu' ambite da chi e' in cerca di occupazione. Incrociando i dati relativi alle offerte di aziende e privati che cercano personale con le oltre 670mila ricerche di lavoro effettuate dai potenziali candidati tra le pagine di Subito.it nel solo mese di febbraio 2013, emerge che le maggiori opportunita' sono nell'ambito del ''lavoro d'ufficio'' (52%) ? responsabili commerciali e agenti di vendita, specialisti IT, programmatori, grafici, manager e operatori di call center, seguite poi da quelle in ambito Turismo e Ristorazione (7%), Commercio e Negozi (6%), ma le inclinazioni di chi naviga alla ricerca di occupazione sembrano piu' orientate ''ai fornelli''.

Popolo di grandi tradizioni gastronomiche, gli italiani si confermano infatti amanti della cucina anche quando si tratta di scegliere ''cosa fare da grandi''. Tra le posizioni piu' ambite agli esordi del 2013, rientrano infatti quelle legate al panorama Food e Ristorazione: circa il 16% di coloro che cercano lavoro su Subito.it aspira infatti a fare lo chef/cuoco (27,50%) ? o l'apprendista tale (5,57%) ? il barman (21,15%) o il pizzaiolo (20,38%), seguiti da pasticcere, gelataio, fornaio, lavapiatti o maitre di sala.

Al secondo posto tra le categorie piu' ricercate, c'e' quella dei collaboratori domestici, in primo luogo di tipo assistenziale: il 13,4% delle ricerche di occupazione e' orientato a posizioni di badante (52,13%) o dama di compagnia (0,44%), baby sitter (29,19%) colf/domestico (16,51%) o dog sitter (1,30%). Categoria quest'ultima che entra per la prima volta tra le ricerche a partire dall'inizio del 2013.

Seguono, in terza posizione, le ricerche degli aspiranti autisti, che rappresentano il 7%.

In base all'analisi degli annunci, le opportunita' professionali sembrano distribuirsi in maniera tendenzialmente omogenea tra Nord, Centro e Sud: la maggiore concentrazione si ha in Lombardia, che si attesta al primo posto con il 16% di posizioni aperte; al secondo posto la Campania con il 13%, e al terzo il Lazio con l'11%. In decima posizione per il numero di opportunita' aperte, la Sardegna sale al primo posto per la sproporzione negativa tra impieghi disponibili sul sito e il numero di annunci di candidati in cerca di opportunita'. Quest'ultimo e' infatti superiore del 310% rispetto al primo. Al secondo posto nella stessa classifica la Sicilia, in cui le candidature spontanee superano le posizioni aperte del 270%, e al terzo il Piemonte, con un delta del 229%. Le minori sproporzioni si rilevano in Umbria (88%), Calabria (79%) e Basilicata (73%).

In generale, anche a livello di distribuzione locale, si conferma la discordanza tra il tipo di posizioni aperte e quelle piu' ambite da chi e' in cerca di occupazione. Da Nord a Sud, la posizione di cuoco o chef risulta nei primi tre posti delle opportunita' piu' cercate dai candidati in molte delle principali citta', al primo posto nelle citta' di Ancona, Genova, Palermo e Trieste.

In numeri assoluti, l'autista e' la professione piu' ambita a Milano (11%), seguita da badante (10%) e cuoco/chef (5%), a Roma (10%) seguita da cuoco/chef (7%) e segretaria (6%) e Firenze (14,5%), seguita da badante (5%) e operaio (5%).

A Torino, dove si conferma la tendenza generale all'esigenza di personale specializzato in ambito IT o vendite, chi cerca lavoro e' principalmente orientato a posizioni di badante (13%), o a lavori di manodopera specializzata, come operaio, muratore, elettricista, saldatore, fresatore, serramentista o imbianchino che, insieme, rappresentano circa il 12% del totale. Il 7% delle ricerche e' rivolto invece al ruolo di autista.

A Palermo oltre il 60% degli annunci sono rivolti alla ricerca di personale qualificato per lavori ''di ufficio'', che spaziano dal programmatore all'operatore di call center, dagli agenti di vendita alle segretarie, ma gli abitanti del capoluogo siciliano sembrano piu' propensi alla ricerca di professioni come cuoco (9%), badante (8%) e, a pari merito, baby sitter e autista (6%).

Da Napoli a Venezia, il sogno di fare il pizzaiolo si e' spostato sulla Laguna. Tra le ricerche di lavoro maggiormente effettuate nel Veneto, emerge che a Venezia le opportunita' come pizzaiolo sono al terzo posto tra le piu' ricercate (6%) e a Padova addirittura al secondo (8%). Il dato e' confermato anche dall'elevato numero di annunci di candidati che si propongono per la posizione, con ampi curricula, spesso arricchiti da corsi di specializzazione ed esperienze all'estero.

A livello nazionale sono oltre 2500 gli annunci di candidature spontanee come dog sitter, di cui quasi la meta' distribuiti ? nell'ordine ? tra Lombardia, Lazio e Piemonte.

Un vero e proprio fenomeno sociale che coinvolge protagonisti molto variegati, per posizione geografica, eta' e curriculum.

Chi per passione, chi per sbarcare il lunario agli esordi di una carriera da ingegnere, chi laureando o e' in attesa di fissa occupazione, chi per trovare un'alternativa al lavoro che ha perso, chi solo per arricchire il proprio curriculum e aprirsi una porta in piu' per sbaragliare la concorrenza in un difficile mercato del lavoro.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
L'armonia di Umbria jazz sposa l'eccellenza dei vini di Orvieto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina