venerdì 09 dicembre | 03:54
pubblicato il 17/set/2014 13:28

Lavoro: Renzi, regole uguali per tutti. Sindacati sul piede di guerra

(ASCA) - Torino, 17 set 2014 - ''Dobbiamo dare regole che siano sostanzialmente uguali per tutti''. Cosi' il premier Matteo Renzi e' tornato questa mattina, prima della sua visita allo stabilimento L'Oreal di Settimo Torinese, sulla riforma del mercato del lavoro, in un colloquio con 'La Stampa' di Torino, dove e' stato accompagnato dal sindaco della citta', Piero Fassino, e che il quotidiano ha pubblicato in una sintesi sul suo sito web. Sull'articolo 18 in particolare Renzi ha sottolineato la necessita' di superare l'attuale disciplina, che prevede il reintegro del lavoratore in caso di licenziamento discriminatorio. ''Il concetto di fondo - ha detto - e' che noi dobbiamo liberare la possibilita' di assumere e, per chi non ce la fa, non avere le rigidita' che ha avuto il mercato del lavoro fino a oggi''. ''Che tu abbia lavorato - ha proseguito il premier - in una azienda che abbia piu' di quindici dipendenti o meno, devi avere le stesse garanzie. Per un anno puoi fare un corso di formazione o un investimento su di te. Non c'e' solo un indennizzo, ma e' lo Stato che ti accompagna per un periodo''. Quanto ai tempi della riforma, ''entro l'anno dobbiamo avere chiaro l'iter normativo'', ha rimarcato il presidente del Consiglio, che ieri in Parlamento ha ventilato l'ipotesi del decreto legge, nel caso di uno slittamento del calendario. Cgil, Cisl e Uil intanto sono pronte a una mobilitazione unitaria con al centro il lavoro e contro una modifica dell'articolo 18. Il segretario generale del sindacato di Corso Italia, Susanna Camusso, ha chiesto al Direttivo di dare mandato alla segreteria di avviare una discussione con Cisl e Uil per costruire un'iniziativa unitaria di mobilitazione. Lo riferiscono fonti sindacali, aggiungendo che nelle prossime ore si formalizzera' un incontro per prendere una decisione. In particolare, la modifica all'articolo 18 voluta dal governo ''e' solo lo scalpo che Renzi deve portare in Europa'', come affermato dalla Camusso nella relazione al direttivo del sindacato, secondo quanto riferiscono fonti sindacali. Sul fronte sindacale, anche l'Ugl alza barricate: ''Il ripetuto attacco all'art 18, l'idea di procedere unilateralmente con un decreto hanno il preciso intento di abbattere un valore e una conquista del sindacato, indebolire la posizione dei lavoratori di domani e la possibilita' di essere rappresentati, oltre a tradire un'assoluta assenza di politica industriale'', afferma Geremia Mancini, segretario generale, per il quale ''proprio per questo durante la segreteria confederale di venerdi' prossimo chiedero' di mettere in azione una manifestazione di protesta gia' a partire dalla prossima settimana''. Secondo il sindacalista ''si tratta di mosse superficiali e colpevoli da parte del governo rispetto al problema del lavoro, perche' non hanno ne' una percepita ne' una reale utilita' per l'occupazione, senza che nel frattempo si sia trovato il coraggio di un solo vero e utile provvedimento verso chi ha troppo, rispetto a chi non ha nulla. Il continuo assalto al sindacato ha una ragione ben precisa, essendo ostacolo alla ''mattanza sociale'' che si va delineando ogni giorno di piu' e che andra' ad investire in maniera drammatica milioni di persone e le loro rispettive famiglie''. com-sen

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni