sabato 10 dicembre | 16:34
pubblicato il 07/apr/2014 12:37

Lavoro: Poletti, dobbiamo cambiare radicalmente passo

Lavoro: Poletti, dobbiamo cambiare radicalmente passo

(ASCA) - Verona, 7 apr 2014 - ''Davvero pensiamo di poter andare avanti sul piano del lavoro con contratti costruiti su modelli vecchi di 100 anni? Un contratto, quando va bene, ha 250 pagine, quando va male 350. Siccome il lavoro e' meta' della mia vita, il contratto dovrebbe interpretare la relazione fra me e l'impresa e la nostra intelligenza dev'essere capace di farci interpretare il lavoro di oggi, che e' piu' pieno di sapere e partecipazione attiva''. Lo ha detto il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, all'Universita' di Verona, ponendo la necessita' dell'innovazione anche in questo settore. L'Italia deve ''cambiare radicalmente passo e lo deve fare anche il mondo del lavoro e dell'impresa, prima di tutto sul piano culturale''.

''Io non critico il sindacato, ma la cultura, il nostro pensiero, il non aver avuto il coraggio e l'intelligenza di capire cio' che stava cambiando - ha aggiunto il ministro -.

Adesso l'Italia non puo' fare a meno di cambiare radicalmente: farlo in poco tempo vuol dire rischiare di piu', ma non si puo' evitare di farlo''. fdm/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina