martedì 17 gennaio | 18:43
pubblicato il 19/mar/2014 18:52

Lavoro: Poletti, andare oltre l'ipotesi del sussidio

Lavoro: Poletti, andare oltre l'ipotesi del sussidio

(ASCA) - Roma, 19 mar 2014 - ''Faro' uno sforzo affinche' nessuno rimanga a casa in attesa di ricevere un lavoro, bisogna andare oltre l'ipotesi del sussidio''. Con queste parole il ministro del lavoro Giuliano Poletti ha aperto oggi a Roma il XII convegno in memoria di Marco Biagi. Il ministro ha sottolineato anche come ''il progetto di riforma deve essere il progetto degli imprenditori e delle aziende italiane, per questo iniziero' presto le consultazioni con le associazioni datoriali e di professionisti''. Secondo Poletti, inoltre, ''bisogna insistere sui servizi per l'impiego, con infrastrutture e strumenti per praticare politiche per l'occupazione'' perche' ''ogni progetto riformatore deve essere guidato dalla percezione del bisogno di cambiamento e dalla volonta' di provare a verificare''. Insieme al ministro erano presenti al convegno diversi esponenti politici, che si sono confrontati sul tema della semplificazione del lavoro, anche in occasione del Codice semplificato del lavoro presentato da Pietro Ichino e Tiraboschi. Codice preso in grande considerazione dal ministro che ha dichiarato che ''qualora ci fossero idee valide e utili in esso non esitero' a saccheggiarle per primo''.

A tale proposito Ichino ha ribadito come ''uno dei pregi di Marco Biagi fu quello di andare oltre una visione provinciale del diritto del lavoro utilizzando lo strumento della comparazione '' e, parlando del codice semplificato da lui presentato ha sottolineato come ''questo testo sia un testo maturo sul piano tecnico''.

Non sono mancate critiche ai provvedimenti annunciati da Renzi, che secondo Damiano ''necessitano di qualche aggiustamento per raggiungere un miglior equilibrio'', in particolare i dubbi sono nel merito ''dell'acausalita' estesa a 36 mesi e all'importanza del piano formativo all'interno del contratto di apprendistato''.

A parere di Maurizio Sacconi esistono ancora numerosi vincoli alla modernizzazione del lavoro come ''le tutele dell'art. 18 che dovrebbero essere adattate alle esigenze aziendali''. Per questo ha valutato positivamente ''l'impianto delle leggi delega ma due punti devono ancora essere affrontati: l'art. 8 in ottica di sussidiarieta' e affrontare di petto il tema dell'art. 18''.

Il professor Michele Tiraboschi ha concluso il convegno sottolineando come ''la filosofia del Libro Bianco di Marco Biagi volesse sciogliere i nodi culturali del mercato del lavoro italiano, e le recenti norme del governo su contratti a termine e apprendistato intervengono su aspetti specifici senza risolvere i veri problemi del lavoro''.

red/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste tutela volontariamente clienti investitori del fondo Irs
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa