venerdì 24 febbraio | 20:46
pubblicato il 29/set/2014 15:06

Lavoro, ministro tedesco: reintegro in Germania c'e', si usa poco

Solo il 10% delle controversie in tribunale, prevale arbitraggio (ASCA) - Roma, 29 set 2014 - La possibilita' di reintegro nel posto di lavoro di una persona licenziata attraverso un processo c'e' anche in Germania, ma solo il 10% circa delle controversie finisce in tribunale, perche' nella maggior parte dei casi lo stadio dell'arbitrato consente di far trovare un accordo tra il lavoratore e il datore di lavoro. A spiegarlo la ministra del lavoro tedesca, Andrea Nahles, durante una conferenza stampa congiunta con il ministro Giuliano Poletti.

"Se qualcuno viene licenziato in Germania puo' andare in tribunale. Di solito si finisce con il patteggiamento che puo' portare al reintegro o ad un'indennizzo. Il reintegro non c'e' mai necessariamente" per legge, e' una possibilita'. Comunque il 10% scarso finisce in tribunale". Nella restante parte dei casi c'e' "l'arbitrato, nell'ambito del quale si trova un accordo tra lavoratore e datore di lavoro", ha spiegato Nahles.

Cos

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech