martedì 21 febbraio | 09:41
pubblicato il 12/lug/2013 18:20

Lavoro: Martina, su Expo impegnati confronto con parti sociali

(ASCA) - Milano, 12 lug - Il governo intende confrontarsi con sindacati e parti sociali su tutte le questioni legate all'occupazione di Expo 2015. La precisazione arriva da Maurizio Martina, Sottosegretario con delega all'Expo, dopo la presa di posizione della segreteria lombarda della Cisl, pronta alla ''rivolta sociale'' in caso di contratti di lavoro stabiliti per decreto e senza contrattazione con le parti sociali. ''Expo - afferma Martina - e' senza dubbio una occasione cruciale per generare nuova occupazione e tutti siamo impegnati a sviluppare al meglio azioni utili a sostenere e qualificare al massimo questa grande opportunita'. Proprio su questo - aggiunge - da tempo e' aperto un confronto positivo fra Expo e parti sociali che e' nostro compito, anche dal Governo, riconoscere, sostenere e valorizzare. Noi dobbiamo accompagnare questo percorso con l'obiettivo, in primis, di vedere in tempi rapidi ufficializzato il protocollo d'intesa fra le parti''. com-fcz/rf/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia