lunedì 05 dicembre | 20:08
pubblicato il 29/nov/2012 21:58

Lavoro/ Istat: 3,7 mln aspettano rinnovo, attesa sale 3 anni

Tempi salgono vertiginosamente rispetto ad 1 anno fa. 3 mln in Pa

Roma, 21 dic. (askanews) - Sono oltre 3,7 milioni, a novembre, i lavoratori dipendenti che aspettano il rinnovo contrattuale, tre milioni dei quali nel pubblico impieago. Il numero è calato rispetto ad ottobre, grazie al rinnovo di alcuni contratti collettivi, ma l'attesa per chi ha il contratto scaduto è salita a quasi tre anni. E' quanto emerge dai dati Istat relativi ai contratti collettivi e retribuzione contrattuali. Nel mese di novembre, per l'insieme dell'economia, la quota di dipendenti in attesa di rinnovo è pari al 28,5%, in riduzione rispetto al mese precedente per l'entrata in vigore di alcuni rinnovi contrattuali (alimentari, olearie e margarinera, carta cartone e cartotecnica). A novembre, i mesi di attesa per i lavoratori con il contratto scaduto sono in media 35,6 in deciso aumento rispetto ad novembre 2011 (23,9). L'attesa media calcolata sul totale dei dipendenti è di 10,1 mesi, anch'essa in crescita rispetto ad un anno prima (7,5). Con riferimento al solo settore privato la quota dei dipendenti in attesa di rinnovo è pari al 6,9%, valore in riduzione sia rispetto al mese precedente (9,8%) sia a novembre 2011 (10,7%); i mesi di attesa per i dipendenti con il contratto scaduto sono 38,0, mentre l'attesa media è di 2,6 mesi considerando l'insieme dei dipendenti del settore. Alla fine di novembre 2012 i contratti collettivi nazionali di lavoro in vigore per la parte economica corrispondono al 71,5% degli occupati dipendenti e al 68% del monte retributivo osservato. Dunque risultano in vigore 45 contratti, che regolano il trattamento economico di 9,3 milioni di dipendenti; ad essi corrisponde il 68% del monte retributivo complessivo. Nel settore privato l'incidenza è pari al 92,7%, con quote differenziate per attività economica: la copertura è totale nell'industria, e pari rispettivamente al 93,5% nel settore agricolo e all'85,2% nei servizi privati. Complessivamente, i contratti in attesa di rinnovo sono 33 - di cui 16 appartenenti alla pubblica amministrazione - relativi a circa 3,7 milioni di dipendenti (circa tre milioni nel pubblico impiego). A partire da gennaio 2010 tutti i contratti della pubblica amministrazione sono scaduti e rimarranno tali in ottemperanza alle disposizioni della legge 122/2010 all'art. 9 comma 7 che stabilisce il blocco delle procedure contrattuali e negoziali relative al triennio 2010-2012.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari