martedì 06 dicembre | 15:09
pubblicato il 20/mag/2013 12:00

Lavoro/ Ires-Cgil: Quasi 9 milioni di persone in difficoltà

Area disagio e sofferenza occupazionale +10,3% in un anno

Lavoro/ Ires-Cgil: Quasi 9 milioni di persone in difficoltà

Roma, 20 mag. (askanews) - Cresce l'area della sofferenza (disoccupati, scoraggiati e lavoratori in cassa integrazione) e del disagio occupazionale (part time e precari), che complessivamente raggiunge gli 8 milioni e 750mila persone di età compresa tra 15 e 64 anni. E' quanto emerge da uno studio dell'Ires-Cgil sugli effetti della crisi sul lavoro. Nell'ultimo anno quest'area ha registrato un aumento del 10,3% equivalente a +818mila unità (rispetto al IV trimestre 2007 l'incremento stimato è del 47,4% pari a +2 milioni e 811mila persone). Nell'ultimo trimestre 2012, riferisce l'istituto di ricerca, l'area della sofferenza ha riguardato 4 mln e 570mila persone (+16,6% pari a +650mila unità), mentre quella del disagio ha interessato 4 mln e 175mila persone (+4,2% pari a +168mila unità).

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Fs
Fs: venerdì treni regolari, revocato sciopero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere, Cina: vino batte riso per prima volta nella storia
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
AsiaHaptics 2016, Università di Siena premiata per guanto robotico
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni