domenica 19 febbraio | 18:05
pubblicato il 15/lug/2013 12:00

Lavoro/ Giovannini: Più flessibilità, modifiche contratti termine

"Privilegiare contratti 'buoni', ma no a deroghe generalizzate"

Lavoro/ Giovannini: Più flessibilità, modifiche contratti termine

Roma, 15 lug. (askanews) - Il governo punta a introdurre maggiore flessibilità nel mercato del lavoro con una "sperimentazione" sui contratti a termine. Lo afferma il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, in un'intervista sulla Stampa. "Un intervento sull'Expo - sottolinea - tutto concentrato sui soli contratti a termine sarebbe riduttivo. Stiamo immaginando di mettere insieme un pacchetto equilibrato di novità". "Sono favorevole a una sperimentazione - spiega il ministro - a privilegiare il più possibile i contratti flessibili 'buoni', i contratti a termine, rispetto a quelli 'cattivi', come le 'false' partite Iva, ma non può essere un intervento di deroga generalizzata senza razionalità". "Stiamo lavorando su varie ipotesi - aggiunge il ministro - ma concentrare il dibattito solo su come cambiare i tipi di contratto è riduttivo. Ci sono più di due milioni di giovani che non studiano e non lavorano, è una massa di giovani che ci costa ogni anno 25 miliardi di euro di perdita di capitale umano. Possibile pensare - conclude - che il loro futuro si giochi solo sulla modifica di questa o quella forma contrattuale per due anni?".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia