lunedì 20 febbraio | 07:37
pubblicato il 26/feb/2015 17:01

Lavoro: Evasi contributi per 1,5 miliardi di euro

Trovate irregolarità nel 64% delle aziende ispezionate

Lavoro: Evasi contributi per 1,5 miliardi di euro

Roma, 26 feb. (askanews) - Nel 2014 resta su livelli altissimi il numero delle aziende che hanno violato le norme sul lavoro o che hanno evaso i contributi. E' il quadro che emerge dal rapporto annuale sull'attività di vigilanza di Ministero del Lavoro, Inps e Inail.

Delle oltre 221mila imprese finite nel mirino degli ispettori, ben il 64,1% sono risultate con irregolarità sostanziali come l'evasione contributiva. La cifra accertata l'anno scorso è arrivata a 1,5 miliardi di euro, 85 milioni in più rispetto al 2013.

E sono oltre 181mila le persone trovate con posizioni irregolari. Di questi, 77mila lavoravano totalmente in nero. Una piaga concentrata soprattutto nel terziario e nell'edilizia che ha portato all'emissione di oltre 41.000 maxi-sanzioni.

Resta la difficoltà di trasformare l'evasione accertata in denari effettivamente recuperati. In media si riesce a far rientrare solo il 50% del dovuto.

Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia