sabato 25 febbraio | 06:35
pubblicato il 22/lug/2013 13:31

Lavoro: Confcommercio, contratti a termine favoriscono opportunita'

(ASCA) - Roma, 22 lug - Negli ultimi 15 anni l'occupazione dipendente e' cresciuta grazie anche all'introduzione di forme contrattuali flessibili. Lo afferma la Confcommercio che presenta un'analisi sull'utilizzo e gli effetti dei contratti a tempo determinato negli ultimi anni in Italia.

Negli ultimi 15 anni, spiega la Confcommercio, l'utilizzo dei contratti a tempo determinato in Italia e' andato di pari passo con quelli a tempo indeterminato con una quota che si e' mantenuta stabilmente tra l'11% e il 13% del totale degli occupati, mentre la percentuale dei contratti a termine nel nostro Paese e' inferiore alla media europea e a quella dei principali paesi. La Germania, in particolare, prosegue l'analisi, utilizza il doppio dei contratti a tempo determinato rispetto all'Italia che diventano addirittura il quadruplo nel caso dei giovani tra i 15 e i 24 anni. ''In sintesi, il contratto a termine ha un andamento costante da molti anni, le imprese non ne hanno abusato e i valori di utilizzo sono assolutamente coerenti con quanto avviene in tutta Europa - spiega la Confcommercio -. Tutto cio' dimostra che la maggior flessibilita' non crea precarieta' e che la crescita dell'occupazione e' piu' sostenuta in un mercato del lavoro che consente l'accesso anche attraverso forme contrattuali flessibili. In tal modo infatti oltre a favorire in generale la propensione ad assumere, si favoriscono anche occasioni di lavoro e assunzioni che, in assenza di strumenti contrattuali a termine, non sarebbero proprio attivate, alimentando cosi' la disoccupazione''. ''In questo quadro di analisi, dunque - aggiunge la Confcommercio -, e' in linea la proposta unitaria delle rappresentanze d'impresa di attuare una sperimentazione per consentire alle imprese di assumere a termine per tre anni senza indicare la causale. Un modo per sbloccare opportunita' occupazionali e per provare anche a dare occasioni alle imprese e anche a chi a chi oggi e' magari a casa senza lavoro. E' auspicabile che il Governo prenda atto che alcune iniziative vanno intraprese subito, anche per consentire, a chi puo', di assumere semplificando le norme e ponendo sui contratti a termine regole che, nel rispetto delle direttive comunitarie, in altri paesi europei sono applicate da tempo''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech