giovedì 08 dicembre | 13:42
pubblicato il 07/ott/2013 15:20

Lavoro: Cisl, Cig elevata. Legge stabilita' metta tema al primo posto

(ASCA) - Roma- 7 ott - ''La cassa integrazione resta stabile in settembre, visto che la riduzione dell'1,3% non e' certo da considerarsi significativa''. Lo dichiara in una nota il Segretario confederale della Cisl, Luigi Sbarra. ''Piuttosto - continua Sbarra- la composizione interna continua a mostrare uno spostamento da cigo a cigs e quindi una transizione verso crisi piu' strutturali. O addirittura verso la disoccupazione, come dimostrano 1.214.582 domande di mobilita' e disoccupazione nel periodo gennaio-agosto, con un aumento del 22,3% rispetto al corrispondente periodo del 2012. Infine il forte decremento della cassa in deroga rispecchia ancora i ritardi nei finanziamenti. La legge di stabilita', che il Governo sta preparando in questi giorni, deve mettere il lavoro al primo posto, dando risposte ad una situazione occupazionale sempre piu' critica, a partire dal rifinanziamento degli ammortizzatori in deroga per chiudere il 2013 e per coprire l'intero 2014, ad evitare lo stillicidio nei finanziamenti che ha caratterizzato l'anno in corso. Vanno inoltre adeguatamente finanziati i contratti di solidarieta' per consentire di tenere i lavoratori il piu' possibile agganciati alle aziende e ridurre la pressione sugli altri ammortizzatori. Ma soprattutto, perche' il lavoro cresca, sia durevole e di qualita' c'e' bisogno che riprenda l'economia del Paese lavorando su due direttrici: ridare fiato ai consumi e incoraggiare gli investimenti. A tal fine per la Cisl sono decisive le politiche fiscali, le politiche industriali, l'efficienza della spesa pubblica''. ''Nel frattempo - conclude Sbarra - si deve mettere finalmente mano al sistema delle politiche attive di ricollocazione: la struttura di missione creata ad hoc dal ''pacchetto lavoro'' dovra' lavorare per un programma straordinario di collocazione/ricollocazione verso mestieri e professioni di cui c'e' richiesta, anche in fase recessiva, a partire da quelle artigiane, dalla green economy e dei servizi alle persone, tenendo anche presente che la stessa industria, in diversi segmenti produttivi, mantiene segnali di vitalita'''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Bce
Al via direttorio della Bce da cui è attesa proroga piano acquisti
L.Bilancio
L.Bilancio: via libera definitivo alla manovra con 166 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni