sabato 03 dicembre | 06:26
pubblicato il 23/apr/2013 16:53

Lavoro: Cisl, bene terzo decreto su esodati. Ora soluzione progressiva

(ASCA) - Roma, 23 apr - ''La firma del terzo decreto per i salvaguardati dall'applicazione della riforma delle pensioni del 2011 e' una buona notizia ma non possiamo dimenticare che, a distanza di 16 mesi dall'entrata in vigore delle nuove regole, sono ancora in corso le procedure per individuare buona parte dei lavoratori che rientrano nelle liste del primo e del secondo decreto e la gente non ne puo' piu', per cui chiediamo che il Ministero del lavoro e l'INPS siano piu' rapidi nel comunicare la salvaguardia ai lavoratori''. Lo ha dichiarato il Segretario Confederale della Cisl Maurizio Petriccioli. ''Non appena si sara' formato il nuovo Governo torneremo a sollecitare, in ogni caso, un ulteriore allargamento della platea dei lavoratori salvaguardabili - ha concluso Petriccioli - in modo da trovare una soluzione per tutti quelle persone che, a seguito dell'aumento repentino dell'eta' pensionabile, nei prossimi mesi e nei prossimi anni si troveranno senza lavoro e senza pensione'' .

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari