giovedì 19 gennaio | 01:23
pubblicato il 11/giu/2016 13:11

Lavoro, Cgil: immigrati pagati 1/4 in meno italiani (-362 euro)

Producono 8,6% Pil e loro incidenza su totale occupati è al 10,5%

Lavoro, Cgil: immigrati pagati 1/4 in meno italiani (-362 euro)

Roma, 11 giu. (askanews) - Pur avendo contribuito negli ultimi 15 anni a mitigare le dinamiche demografiche e dell'occupazione e pur contribuendo sempre di più a produrre ricchezza (8,6% del Pil), la forza lavoro straniera è stata colpita con "più intensità" dalla crisi, a cominciare dalle retribuzioni. Oggi il loro stipendio è più basso di circa un quarto rispetto allo stipendo dei lavoratori italiani (-24,2%), differenziale che arriva al -27,6% per le donne. E' questa la fotografia del lavoratore immigrato che emerge dallo studio "Le conseguenze della crisi sul lavoro degli immigrati in Italia" realizzato dalla Fondazione Di Vittorio della Cgil, nell'ambito delle attività dell'Osservatorio sulle migrazioni, che ha analizzato le condizioni dei lavoratori stranieri occupati in Italia nel quinquennio 2011-2015.

In sostanza un lavoratore straniero dipendente a tempo pieno percepisce in media 362 euro netti meno di un italiano: tra gli uomini -350 euro e tra le donne -385 euro.

L'incidenza dell'occupazione straniera sul totale degli occupati è aumentata di 1,5 punti percentuali (+329 mila unità), attestandosi nel 2015 al 10,5%. Ma a quali condizioni? Occupati prevalentemente nei settori a basso valore aggiunto (servizi alla persona, agricoltura, costruzioni, alberghi e ristoranti), dove la concorrenza con l'offerta di lavoro della componente italiana risulta marginale, con basse qualifiche e retribuzioni inferiori, sono stati colpiti più duramente dalla crisi con un tasso di disoccupazione nel 2015 più alto di quasi 5 punti rispetto a quello relativo alla forza lavoro italiana (16,2% contro 11,4%). Così come è aumentata la precarietà e il part time involontario.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina