martedì 21 febbraio | 17:30
pubblicato il 28/giu/2013 19:57

Lavoro: Cgil, da Ue primo segnale di attenzione. Ora investimenti

(ASCA) - Roma, 28 giu - ''Dal vertice europeo arriva la conferma che si puo' fare un'altra politica economica e interrompere la spirale di austerita' e che avere priorita'' chiare e strategie che puntano alla coesione rafforzano i risultati dei negoziati''. Lo afferma il segretario nazionale della CGIL, Serena Sorrentino. ''Un primo segnale di attenzione al lavoro, in particolare ai giovani, - prosegue la sindacalista - al quale pero' devono seguire politiche di ripresa degli investimenti finalizzati alla piena occupazione. Cosi' come si puo' rimodulare il bilancio europeo su priorita' che guardano alla coesione e alla lotta alla poverta', si puo' fare una diversa politica fiscale nazionale che rilanci l'economia reale''. ''Spostare i pesi fiscali alleggerendo la pressione su lavoro e impresa e rimodulando quello su rendite e grandi patrimoni non e'' solo una misura di giustizia sociale ma - conclude Sorrentino - cio' che puo' mobilitare risorse che riavviino la ripresa economica''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia