lunedì 20 febbraio | 09:47
pubblicato il 22/lug/2014 15:38

Lavoro: Cgil a Renzi, su contratti sviluppo 'meglio tardi che mai'

(ASCA) - Roma, 22 lug 2014 - ''Dopo anni di attesa sono stati oggi finalmente firmati i primi contratti di sviluppo della programmazione 2007-2013. Una notizia positiva che, nonostante le attese, permettera' ora di avviare i 24 contratti di sviluppo gia' cantierati''. Cosi' il sindacato guidato da Susanna Camusso commenta quanto annunciato dal premier Matteo Renzi.

La Cgil, si legge in una nota, ''ritiene positiva questa boccata di ossigeno per gli investimenti, vista la perdurante crisi e il costante calo dell'occupazione''. Sottolinea, pero', che ''i programmi finanziati da fondi europei erano in programmazione da diverso tempo e finalmente vedono un po' di concretezza, come dire: ''meglio tardi che mai'''. ''Il fatto che si concentrino all'80% nelle quattro regioni dell'ex area convergenza (Campania, Calabria, Puglia, Sicilia) - spiega il sindacato di Corso d'Italia - dipende dalla fonte di finanziamento relativa ai fondi strutturali del ciclo di programmazione precedente. Queste misure sono in realta' accelerazione di spesa della programmazione del ''piano operativo nazionale ricerca e competitivita'' del 2007/13, che a fine mese avrebbero visto una decurtazione in ragione dei ritardi di spesa''. sen/ (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia