lunedì 27 febbraio | 21:35
pubblicato il 24/lug/2013 11:37

Lavoro: Centro Bachelor, le aziende puntano sull'apprendistato

Lavoro: Centro Bachelor, le aziende puntano sull'apprendistato

(ASCA) - Milano, 24 lug - Aumenta l'utilizzo dell'apprendistato come forma contrattuale da parte delle imprese italiane. E' quanto emerge dai risultati dell'analisti condotta dal Centro Studi e Ricerche Bachelor ad un anno dalla riforma Fornero che ha introdotto questa tipologia d'inserimento nel mercato del lavoro per gli under 29: nel scorso trimestre del 2013 il 6,8% delle aziende ha inserito i giovani laureati con questo contratto, a fronte di una media del 2012 che si attestava intorno al 4%.

Un altro trend positivo riguarda le professioni emergenti come quelle legate alla comunicazione digitale ed ai social networking. Il 3% delle aziende prevede di assumere figure professionali connesse a questo ambito. Un ambito che negli ultimi 12 mesi e' cresciuto costantemente. Si tratta di un dato positivo soprattutto per i laureati in materie politico-sociali, coloro che tradizionalmente faticano maggiormente a trovare un'occupazione. Piu' precisamente, sul totale degli annunci di lavoro il 6,4% delle offerte e' indirizzato a laureati del gruppo politico-sociale, ed il 7,7% a laureati del gruppo umanistico. L'anno scorso i valori registrati erano inferiori: una media del 4% per il gruppo politico-sociale, ed una del 5% per gli umanisti.

E' positivo anche il dato sulle assunzioni nette per il terzo trimestre del 2013. Il 15,8% delle aziende prevede di inserire giovani laureati, al netto di coloro che verranno licenziati.

Pur essendo questo dato in decrescita rispetto ai mesi precedenti, esso va contestualizzato alla stagione estiva.

Inoltre, il dato non comprende la forma d'inserimento tramite stage. I settori maggiormente aperti alle assunzioni dei giovani laureati sono il settore dei servizi informatici, seguiti dall'industria della fabbricazione di macchinari e mezzi di trasporto, e dall'industria alimentare. I settori maggiormente negativi nei confronti delle assunzioni sono il settore dei servizi culturali, sportivi, di alloggio e ristorazione, l'industria dei beni per la casa e il tempo libero, ed il commercio.

com-fcz/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech