sabato 25 febbraio | 21:59
pubblicato il 28/mar/2014 12:52

Lavoro: Centrella, ennesima dose flessibilita' indebolisce societa'

(ASCA) - Roma, 28 mar 2014 - ''Nuove regole non creano occupazione, ma soprattutto un'ennesima dose di flessibilita' rende piu' debole e piu' povera la societa', incerto il futuro dei giovani che aspirano ad entrare nel mondo del lavoro. Esattamente il contrario di quello che serve per fare crescita''. E' quanto sostiene il segretario generale dell'Ugl, Giovanni Centrella, in merito al decreto legge voluto dal governo per favorire il rilancio dell'occupazione.

Per il sindacalista ''l'acausalita' e l'allungamento del periodo di prova del contratto a termine, insieme alla scelta di sacrificare uno dei pilastri fondamentali dell'apprendistato, la formazione, significa non fare e non volere il bene dei giovani, tradisce semmai la volonta' di sacrificarli in nome di un 'mercato' senza prospettive''.

''La nostra - conclude Centrella - non e' una critica apriori verso il governo o il ministro Poletti, ma un doveroso allarme che lanciamo a coloro che, i parlamentari, hanno in mano la possibilita' di migliorare un testo molto discutibile sia dal punto di vista della qualita' del lavoro che propone sia dal punto di vista della inesistente spinta allo sviluppo''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech