sabato 03 dicembre | 15:13
pubblicato il 26/feb/2014 17:14

Lavoro: Centrella, d'accordo con Squinzi su contratto e cuneo fiscale

(ASCA) - Roma, 26 feb 2014 - ''Siamo d'accordo con il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, quando afferma che distruggere il contratto nazionale di lavoro, base fondamentale per la contrattazione aziendale o territoriale, non e' la strada giusta da percorrere''. Con queste parole il segretario generale dell'Ugl, Giovanni Centrella, commenta le considerazioni sul Job Act da parte del leader degli industriali in audizione al Senato.

''Inoltre - aggiunge il sindacalista - sul taglio del cuneo fiscale, di cui si fa un gran parlare dopo la fiducia ottenuta dal governo alla Camera e al Senato, consideriamo piu' certa come copertura l'eventuale rinuncia da parte delle imprese degli incentivi, piuttosto che le risorse provenienti dalla spending review o dall'aumento delle aliquote sulle rendite finanziarie''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari