martedì 28 febbraio | 04:27
pubblicato il 12/dic/2013 18:39

Lavoro: Centrella, bozza riforma ammortizzatori preoccupante

(ASCA) - Roma, 12 dic - ''Una riforma degli ammortizzatori sociali puo' essere la benvenuta solo se ha la capacita' di supplire concretamente, e nel senso piu' ampio possibile, alla dilagante perdita di posti di lavoro a cui andremo incontro anche nei prossimi anni''. Lo dichiara il segretario generale dell'Ugl, Giovanni Centrella, aggiungendo che ''invece i preoccupanti contenuti della bozza di decreto interministeriale in materia presentata il 5 dicembre scorso, aggiunta alle difficolta' dimostrate sempre dal governo nel finanziare la cassa integrazione in deroga, lasciano immaginare che quella riforma ha per ora scarse possibilita' di essere ad ampio spettro''. ''Il nostro auspicio - conclude il sindacalista - e' che subito possa crearsi lo spazio per una piu' attenta e profonda riflessione che porti ad un ripensamento su proposte ad oggi molto restrittive sia in termini di risorse sia per l'assenza di politiche attive del lavoro''.

red/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Generali
Intesa SanPaolo vola in borsa dopo no a Generali: mercato approva
Ue
Regioni: Lombardia la più competitiva in Italia, 143esima in Ue
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech