lunedì 16 gennaio | 18:53
pubblicato il 24/set/2014 18:30

*Lavoro, Camusso:tempi stretti? Governo ci costringe allo scontro

Margini confronto?"Non mi pare governo intenzionato,preoccupante" (ASCA) - Roma, 24 set 2014 - "Non siamo noi che vogliamo lo scontro ma e' il governo che ci costringe allo scontro". Ad affermarlo e' il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ospite a Porta a Porta, a proposito dell'intenzione del premier Matteo Renzi di accelerare sul jobs act.

Quanto all'ipotesi che la Cgil scenda in piazza da sola, Camusso ha risposto: "Valuteremo, una parte della discussione viene forzata nei tempi".

"Io penso - ha aggiunto - che non ci si debba rassegnare allo scontro e bisogna cercare soluzioni positive". Tuttavia, Camusso si e' detta scettica sul fatto che ci possano essere spazi di confronto. "Non mi pare che il governo abbia alcuna intenzione da questo punto di vista e questo lo reputo preoccupante", ha concluso.

Gab

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Cambi
Sterlina a minimi dopo crollo ottobre, cala sotto 1,2 su dollaro
Conti pubblici
Conti pubblici: Ue chiede il conto, Italia tratta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Germania in guerra contro Fca: "Richiamare 500, Doblò e Renegade"
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello