venerdì 09 dicembre | 19:07
pubblicato il 24/set/2014 18:30

*Lavoro, Camusso:tempi stretti? Governo ci costringe allo scontro

Margini confronto?"Non mi pare governo intenzionato,preoccupante" (ASCA) - Roma, 24 set 2014 - "Non siamo noi che vogliamo lo scontro ma e' il governo che ci costringe allo scontro". Ad affermarlo e' il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, ospite a Porta a Porta, a proposito dell'intenzione del premier Matteo Renzi di accelerare sul jobs act.

Quanto all'ipotesi che la Cgil scenda in piazza da sola, Camusso ha risposto: "Valuteremo, una parte della discussione viene forzata nei tempi".

"Io penso - ha aggiunto - che non ci si debba rassegnare allo scontro e bisogna cercare soluzioni positive". Tuttavia, Camusso si e' detta scettica sul fatto che ci possano essere spazi di confronto. "Non mi pare che il governo abbia alcuna intenzione da questo punto di vista e questo lo reputo preoccupante", ha concluso.

Gab

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Natale
Coldiretti: alberi di Natale in 9 case su 10
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina