venerdì 09 dicembre | 13:27
pubblicato il 20/mar/2012 21:54

Lavoro/ Camusso: Riforma totalmente squilibrata, no da Cgil

Con modifiche art. 18 "Governo ha voluto dare segno riforma"

Lavoro/ Camusso: Riforma totalmente squilibrata, no da Cgil

Roma, 20 mar. (askanews) - Quella illustrata dal Governo alle parti sociali sull'articolo 18 "è una proposta totalmente squilibrata". Lo ha detto il leader della Cgil, Susanna Camusso, spiegando che dalla sua organizzazione è arrivato un "no" perché con l'introduzione dei licenziamenti facili, soprattutto quelli per motivi disciplinari, "viene meno l'effetto deterrente". Con le modifiche all'articolo 18 "penso che si dà il tratto e il segno della riforma", ha proseguito Camusso. "Dopo aver affermato che era una grande riforma del mercato del lavoro - ha continuato il numero uno della Cgil - sui licenziamenti facili il Governo ha chiesto un unico pronunciamento esplicito. una proposta peraltro molto lontana dai suggerimenti dati unitariamente da tutte le organizzazioni sindacali. Il Governo non ha voluto fare nessuno spostamento su questo tema".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
L'armonia di Umbria jazz sposa l'eccellenza dei vini di Orvieto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina