domenica 04 dicembre | 07:56
pubblicato il 05/mag/2012 11:25

Lavoro/ Camusso: No a decreto l'8 maggio o nuovo errore

Governo ci escluderebbe di nuovo dal confronto

Lavoro/ Camusso: No a decreto l'8 maggio o nuovo errore

Roma, 5 mag. (askanews) - Il governo rischia di "replicare l'errore" fatto con la riforma delle pensioni varata senza il confronto con i sindacati, con il decreto sugli esodati che potrebbe vedere la luce l'8 maggio il giorno prima dell'incontro tra il ministro Fornero e i sindacati proprio su questo. Lo ha sottolineato il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, intervenuta al congresso dell'Acli. "Ho letto di alcune comunicazioni del ministro che ci hanno molto preoccupato", ha spiegato la Camusso in merito a una ipotesi che il decreto sugli esodati possa essere varato il giorno 8 maggio. "La considereremo una scelta che dice che non c'è volontà di confronto, né una scelta concreta di soluzioni con le parti sociali. Diciamo che bisogna privilegiare il confronto e cercare soluzioni previdenziali a tutti i problemi aperti". Per la Camusso, infatti, sugli esodati il governo "rischia di replicare la prossima settimana l'errore" fatto sulle pensioni. "C'è una convocazione la prossima settimana e fare il decreto il giorno prima vuol dire che non c'è alcuna volontà di relazione con le forze sociali. Se non si dà al lavoro il senso della rappresentanza sociale non si ricostruisce il paese".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari