giovedì 08 dicembre | 09:10
pubblicato il 21/feb/2012 11:04

Lavoro/ Camusso a Monti: Minacciare non serve mai, serve accordo

La riforma è una materia troppo complessa

Lavoro/ Camusso a Monti: Minacciare non serve mai, serve accordo

Modena, 21 feb. (askanews) - Per la riforma del lavoro serve un "accordo con le parti sociali". Lo ha ribadito il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, che rivolgendosi al presidente del Consiglio Mario Monti intenzionato a portare in parlamento la riforma entro marzo con o senza accordo con le parti sociali, ha chiarito: "Minacciare non serve mai". "Minacciare non serve mai - ha detto Camusso, a margine di un incontro sul precariato promosso all'Università di Modena dalla Cgil -. Dopodiché noto che non è neanche una particolare novità. Il presidente del Consiglio questa cosa l'ha detta molte volte". "Noi - ha aggiunto - continuiamo ad insistere sul fatto che su una materia così complessa come l'ingresso al lavoro e come sono gli ammortizzatori è bene fare un accordo con le parti sociali".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Roma
Roma, Antitrust avvia procedimento contro Atac sul servizio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni