lunedì 20 febbraio | 05:31
pubblicato il 24/set/2014 19:31

Lavoro, Camusso: 1,8 mln di licenziamenti, serve riforma vera

"Occorre fare investimenti per creare occupazione" (ASCA) - Roma, 24 set 2014 - Negli anni della crisi ci sono stati 1,8 milioni di licenziamenti ed e' arrivato il momento di fare una "riforma vera" del mercato del lavoro. Lo ha detto il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, a Porta a Porta. "Spero si voglia fare una riforma vera - ha sottolineato - una riforma che riunifichi il mercato del lavoro, se si dice che ci sono delle tutele che scompaiono mi viene il dubbio che non sia cosi'".

"Il vero problema che abbiamo - ha spiegato Camusso - e' che c'e' troppo poco lavoro, troppi anni che non si fanno investimenti.

Oggi bisognerebbe fare una riflessione seria sulla priorita'. Il tema e' come concentriamo tutto per investire per fare lavoro, anche facendo delle norme, anche la flessibilita' d'uscita sarebbe utile per aiutare il ricambio generazionale". Il leader della Cgil ha quindi sottolineato che "ridurre le sicurezze e le tutele dei lavoratori vuol dire ridurre la qualita' del lavoro.

Monti ha gia' fatto due anni fa la riforma dell'articolo 18 e sulla flessibilita' non ho sentito nulla sugli effetti".(Segue) Gab

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia