venerdì 02 dicembre | 18:59
pubblicato il 24/apr/2013 16:26

Lavoro: Bonanni, su detassazione salari firmato accordo innovativo

(ASCA) - Roma, 24 apr - E' stato siglato stamane un accordo interconfederale tra CGIL CISL UIL e Confindustria per dare attuazione al Decreto sulla detassazione del salario di produttivita'. L'accordo prevede due nuove modalita' per estendere l'area di applicazione della detassazione attraverso un ampliamento della pratica contrattuale: 1) accordi a livello di singola impresa, anche dove non ci sono rappresentanze sindacali, tra le federazioni territoriali di categoria e le aziende assistite dalle articolazioni territoriali di Confindustria; questi accordi sono applicabili a tutti i dipendenti; 2) accordi territoriali che diano la possibilita' di applicare la detassazione ai lavoratori che effettueranno prestazioni di orario diverse da quelle abitualmente praticate in azienda; questa seconda tipologia di accordi si muove sul piano dell'opportunita' non essendo di natura vincolante.

''Si tratta di un accordo nel segno dell'innovazione - commenta Raffaele Bonanni, Segretario generale CISL - rappresenta, infatti, un'evoluzione dell'accordo del 28 giugno 2011 e persegue l'obiettivo di portare piu' salario netto ai lavoratori e di favorire anche nelle piccole imprese, prive di rappresentanza sindacale, la pratica della contrattazione e la possibilita' di introdurre elementi di innovazione organizzativa attraverso un uso piu' mirato del sistema degli orari''.

''Un accordo - continua Bonanni - che cerca di dare un percorso comune agli interessi dei lavoratori e delle imprese nel segno di una maggiore competitivita' del nostro sistema industriale e di maggiori opportunita' salariali per i lavoratori. E' importante sottolineare la firma unitaria di un accordo finalizzato a far crescere la contrattazione di secondo livello sia in termini quantitativi che qualitativi.

Confidiamo che questo accordo possa dare un quadro di riferimento piu' certo e piu' sereno allo sviluppo della contrattazione nei prossimi mesi, confermando il ruolo delle parti sociali e della contrattazione stessa come elemento fondamentale di coesione sociale e fattore di competitivita' e di sviluppo''. com/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Premio "CambiaMenti" CNA a TRed
Premio "CambiaMenti" CNA a TRed: made in Italy, ricerca, tecnologia
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Censis
Censis: ko economico giovani,più poveri di coetanei di 25 anni fa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
San Marino, maxistella a Led inaugurerà il Natale delle Meraviglie
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
TechnoFun
Archeologia, allo studio app per riconoscimento automatico reperti
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari