venerdì 09 dicembre | 17:28
pubblicato il 03/giu/2014 14:29

Lavoro: Bellanova, sfruttare strumenti esistenti per creare occupazione

(ASCA) - Roma, 3 giu 2014 - ''Di fronte ai dati preoccupanti diffusi questa mattina dall'Istat, e' nostro dovere moltiplicare l'impegno a sfruttare al massimo e nella maniera piu' efficace gli strumenti gia' a nostra disposizione per creare nuova occupazione - primo fra tutti Garanzia giovani - ma soprattutto a fare in modo che in questa sfida sia coinvolto tutto il Paese, in uno sforzo per ridare speranza ai giovani, alle donne, alle fasce piu' toccate nella loro carne viva dalla crisi e dalle difficolta'''. Cosi' il sottosegretario al ministero del Lavoro, Teresa Bellanova, commenta i dati diffusi stamane dall'Istat. ''Impressiona infatti - prosegue Bellanova - il dato relativo ai disoccupati nella fascia 15-24 anni, che tocca ormai una percentuale superiore al 43%, e quello relativo al tasso di inattivita', pari al 36%. Ma anche quello, nascosto tra le pieghe della rilevazione, relativo alle motivazioni per le quali non si partecipa al mercato del lavoro: nella fascia d'eta' tra i 18 e i 29 anni e in particolare per quanto riguarda le donne, il 13,9% resta inattivo per ''motivi familiari'. Questo significa non avere futuro, noi invece stiamo lavorando per provare a restituire futuro al Paese. Intanto, con la Garanzia Giovani abbiamo a disposizione oltre 1 miliardo di euro per la creazione di servizi di orientamento e inserimento al lavoro e, insieme alle Regioni lavoriamo perche' ai giovani che non lavorano e non studiano siano offerti percorsi efficaci e concretamente collegati alla domanda reale che viene dalle imprese''. Per il sottosegretario ''Garanzia Giovani e' anche l'occasione che l'Europa ci fornisce per strutturare servizi per il lavoro finalmente in grado di dare risposte efficaci, con una solida struttura pubblica affiancata dagli attori del privato convenzionati per l'incontro tra domanda e offerta di lavoro. Con Garanzia Giovani vogliamo dire ai ragazzi di questo Paese che possono uscire dall'inattivita' in quattro mesi, non piu' uno, due, chissa' quanti anni. Ma l'Europa ci ha detto anche, nelle raccomandazioni che il Governo ha ricevuto proprio ieri, che dobbiamo dare risposta alla domanda che arriva dalle donne, di poter rientrare al lavoro con tranquillita' dopo la maternita' perche' ci sono servizi efficienti che aiutano a tenere insieme lavoro e famiglia, di poter sfruttare adeguatamente competenze e potenzialita' che restano spesso inespresse in un mercato del lavoro diseguale, e diseguale soprattutto per loro; di non essere costrette a scegliere tra famiglia e lavoro''. Su questo - conclude -, ''il Jobs Act e' l'altro strumento fondamentale, sul quale stiamo proseguendo in un percorso di ascolto e coinvolgimento di tutte le parti (nelle audizioni che proprio in queste ore si stanno svolgendo al Senato), imprese, sindacati, rappresentanze di tutti i settori produttivi e della societa'. L'obiettivo e' - anche alla luce degli interventi legislativi che si sono succeduti negli anni - fornire al mercato e al mondo del lavoro un quadro organico ma semplice e chiaro di norme, nel quale muoversi con certezza di doveri e diritti''. red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Borsa
La Borsa di Milano brinda alla proroga del Qe Bce, Ftse-Mib +1,64%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina