sabato 10 dicembre | 10:09
pubblicato il 02/feb/2012 13:15

Lavoro/ Angeletti lancia allarme:250mila posti a rischio nel 2012

Obiettivi posti da governo condivisibili,ma emergenza occupazione

Lavoro/ Angeletti lancia allarme:250mila posti a rischio nel 2012

Roma, 2 feb. (askanews) - Nel 2012 sono a rischio 250mila posti di lavoro. A lanciare l'allarme è il leader della Uil, Luigi Angeletti, che, in occasione dell'incontro sulla riforma del lavoro, manda un messaggio chiarissimo all'esecutivo: "gli obiettivi posti dal governo sono condivisibili e sono d'accordo con l'idea di concentrare la discussione su metodi e strumenti per raggiungere questi obiettivi. Però oggi noi abbiamo un'emergenza, nel 2012 avremo 250mila posti di lavoro in pericolo, quest'emergenza va affrontata con razionalità e urgenza". Secondo Angeletti, "per altro la riforma pensionistica ha reso ancora più problematica la gestione di quest'emergenza, non sarebbe il caso di differirne l'applicazione". E aggiunge: "ribadisco poi che il sistema degli ammortizzatori sino ad ora ha funzionato e perciò andrebbe preservato".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Latte
Mipaf: per latte e formaggi origine obbligatoria in etichetta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina