martedì 21 febbraio | 11:47
pubblicato il 21/mar/2014 15:22

Lavoro: Angeletti, bene Renzi che lo crea riducendo le tasse

(ASCA) - Cernobbio, (Co), 21 mar 2014 - ''Se l'economia non va bene, i posti di lavoro non si creano. La vera politica per creare lavoro Renzi l'ha iniziata a fare riducendo le tasse''. Cosi' il segretario generale della Uil, Luigi Angeletti, esprime il proprio apprezzamento per i primi provvedimenti preannunciati dal premier Matteo Renzi. Secondo il sindacalista, intervenuto alla giornata di apertura del Forum Ambrosetti di Cernobbio, modificare l'articolo 18 e' ''assolutamente irrilevante''. A suo giudizio, infatti, ''il nostro mercato del lavoro funziona se funziona l'economia.

Quando l'economia andava non benissimo ma molto meglio di come va adesso avevamo un tasso di disoccupazione inferiore a quello della Germania''. Da Angeletti, infine, un avvertimento al premier: ''L'unica cosa che secondo me deve essere modificata e' il fatto che rinnovare per 8 volte i contratti a termine per la stessa persona nello stesso posto di lavoro ha poco senso''.

fcz/cam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia