lunedì 23 gennaio | 03:55
pubblicato il 14/nov/2014 16:20

Landini: accordo nel Pd sul Jobs act è una presa in giro

"Serve solo a parlamentari per conservare il posto"

Landini: accordo nel Pd sul Jobs act è una presa in giro

Milano (askanews) - L'accordo sul testo del Jobs act approvato tra il governo e la minoranza democratica "è una presa in giro". Lo ha detto il leader della Fiom, Maurizio

Landini, nel suo comizio dopo il corteo organizzato dal sindacato dei metalmeccanici in occasione dello sciopero di otto ore proclamato per tutto il Nord Italia. "L'accordo serve solo a quei parlamentari per conservare il loro posto, non serve ai lavoratori e alla difesa dei loro diritti", ha aggiunto Landini.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4