lunedì 05 dicembre | 10:29
pubblicato il 19/gen/2015 12:31

Lagarde mette in guardia Grecia e non solo da rinegoziato debiti

Un debito è un debito. Cambiare le carte intacca la credibilità

Lagarde mette in guardia Grecia e non solo da rinegoziato debiti

Londra, 19 gen. (askanews) - "Un debito è un debito", ha avvertito la direttrice del Fondo monetario internazionale Christine Lagarde. E rimetterne in discussione i termini ha delle "conseguenze" sulla credibilità, ha aggiunto riferendosi in generale ai paesi europei, ma con un richiamo che appariva diretto alla Grecia, ma non solo. Perché ora circolano speculazioni di stampa su ipotesi di rinegoziazione anche sul debito dell'Irlanda e la direttrice del Fmi ha quasi messo le mani avanti: "spero che gli sforzi fatti (da Dublino) negli ultimi cinque anni non vengano vanificati".

Domenica in Grecia si terranno le elezioni anticipate e i sondaggi vedono in testa Syriza, il movimento di sinistra guidato da Alexis Tsipras che ha più volte affermato di voler rinegoziare il debito (già ristrutturato), ma di voler restare nell'euro.

"In generale, gli sforzi collettivi sono benvenuti ma un debito è un debito. Ed è un contratto", ha detto la Lagarde in una intervista all'Irish Times. "L'insolvenza sui pagamenti, la ristrutturazione, la modifica dei termini hanno delle conseguenze sull'emittente e sulla fiducia dell'emittente". (fonte Afp)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari