martedì 24 gennaio | 15:10
pubblicato il 17/lug/2015 15:45

La Grecia non esce? E l'euro cala a 1,0861 dollari

Lieve calo dopo Bundestag, come lunedì dopo accordo leader

La Grecia non esce? E l'euro cala a 1,0861 dollari

Roma, 17 lug. (askanews) - Ancora una volta l'euro non sembra beneficiare, ma anzi si indebolisce, seppur lievemente, dopo che una serie di altri tasselli sono andati al loro posto, nell'articolato percorso che dovrebbe portare al varo di un nuovo piano di aiuti alla Grecia. Un supporto che dovrebbe evitare l'uscita ellenica proprio dalla valuta condivisa, ma a questo punto è una prospettiva che non sembra provocare rafforzamenti dell'euro.

Anzi sembra indebolirlo, come era già avvenuto lunedì scorso, dopo l'accordo dei leader dell'area valutaria per tentare la strada di un nuovo aiuto. Oggi erano chiamati ad esprimersi diversi parlamenti nazionali, tra cui soprattutto quello della Germania. E dopo il via libera del Bundestag e di un nuovo Eurogruppo, l'euro segna una lieve moderazione a 1,0861, dollari, laddove stamattina aveva fluttuato in prossimità di quota 1,09.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Taxi
Faro Antitrust su radio taxi, al via due istruttorie
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4