sabato 03 dicembre | 11:05
pubblicato il 17/lug/2015 15:45

La Grecia non esce? E l'euro cala a 1,0861 dollari

Lieve calo dopo Bundestag, come lunedì dopo accordo leader

La Grecia non esce? E l'euro cala a 1,0861 dollari

Roma, 17 lug. (askanews) - Ancora una volta l'euro non sembra beneficiare, ma anzi si indebolisce, seppur lievemente, dopo che una serie di altri tasselli sono andati al loro posto, nell'articolato percorso che dovrebbe portare al varo di un nuovo piano di aiuti alla Grecia. Un supporto che dovrebbe evitare l'uscita ellenica proprio dalla valuta condivisa, ma a questo punto è una prospettiva che non sembra provocare rafforzamenti dell'euro.

Anzi sembra indebolirlo, come era già avvenuto lunedì scorso, dopo l'accordo dei leader dell'area valutaria per tentare la strada di un nuovo aiuto. Oggi erano chiamati ad esprimersi diversi parlamenti nazionali, tra cui soprattutto quello della Germania. E dopo il via libera del Bundestag e di un nuovo Eurogruppo, l'euro segna una lieve moderazione a 1,0861, dollari, laddove stamattina aveva fluttuato in prossimità di quota 1,09.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari