lunedì 20 febbraio | 10:27
pubblicato il 10/giu/2012 15:11

La crisi sulle spalle dei giovani: 2008-2011 disoccupazione +7,8%

Bankitalia: redditi operai in dieci anni scesi del 3,2%

La crisi sulle spalle dei giovani: 2008-2011 disoccupazione +7,8%

Milano, (askanews) - La crisi pesa sulle spalle dei giovani. Lo dicono le tabelle dell'ultimo Rapporto Istat sul lavoro. Nel quadriennio 2008-2011 infatti i disoccupati di età compresa tra i 15 e i 24 anni sono aumentati del 7,8%. In crescita anche il numero di coloro che non lavorano e non studiano, i cosiddetti Neet che hanno raggiunto la soglia del 22,7%, il 3,4% in più rispetto al 2008.Un quadro a tinte fosche, dunque, che si incupisce ulteriormente se si considera il 20% in più dei dipendenti finiti a lavorare part time involontariamente. Ma anche chi un lavoro ce l'ha ha di che lamentarsi. Bankitalia ha messo, infatti, in evidenza che i redditi degli operai nel periodo della crisi sono scesi dell'8,5% al pari di quello delle famiglie di dirigenti, che tra il 2006 e il 2010 hanno visto calare le entrate del 13,1%, e dei lavoratori autonomi che hanno registrato una riduzione del 9%. Chiaramente la contrazione dei redditi pesa di più sulle casse delle famiglie di operai che nel primo decennio degli anni 2000 hanno registrato una contrazione del 3,2%.

Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia