domenica 04 dicembre | 01:42
pubblicato il 11/ago/2015 12:25

La Banca centrale cinese ha svalutato lo yuan del 2% sul dollaro

Per sostenere la crescita dell'economia e favorire l'export

La Banca centrale cinese ha svalutato lo yuan del 2% sul dollaro

Pechino (askanews) - La Banca centrale cinese ha annunciato a sorpresa di aver svalutato lo yuan di circa il 2% nei confronti del dollaro. La misura è diretta a sostenete la riforma del mercato e la ripresa della seconda maggiore economia mondiale.

L'operazione annunciata rappresenta la più importante svalutazione della moneta cinese dalla riforma del sistema di cambio, avvenuta nel 2005 e intende sostenere le esportazioni cinesi.

La Banca del popolo cinese ha spiegato che il tasso di riferimento per lo yuan nei confronti del dollaro è ora fissato a 6,2298 rispetto al 6,1162 di ieri, con un calo effettivo dell'1,86%.

(Immagini Afp)

Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari