giovedì 19 gennaio | 20:47
pubblicato il 11/ago/2015 12:25

La Banca centrale cinese ha svalutato lo yuan del 2% sul dollaro

Per sostenere la crescita dell'economia e favorire l'export

La Banca centrale cinese ha svalutato lo yuan del 2% sul dollaro

Pechino (askanews) - La Banca centrale cinese ha annunciato a sorpresa di aver svalutato lo yuan di circa il 2% nei confronti del dollaro. La misura è diretta a sostenete la riforma del mercato e la ripresa della seconda maggiore economia mondiale.

L'operazione annunciata rappresenta la più importante svalutazione della moneta cinese dalla riforma del sistema di cambio, avvenuta nel 2005 e intende sostenere le esportazioni cinesi.

La Banca del popolo cinese ha spiegato che il tasso di riferimento per lo yuan nei confronti del dollaro è ora fissato a 6,2298 rispetto al 6,1162 di ieri, con un calo effettivo dell'1,86%.

(Immagini Afp)

Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale