venerdì 20 gennaio | 15:23
pubblicato il 16/feb/2016 13:59

L'Ue: "Rilancio crescita con leva bilanci non è permesso a tutti"

Moscovici: tenere politiche responsabili che non siano recessive

L'Ue: "Rilancio crescita con leva bilanci non è permesso a tutti"

Roma, 16 feb. (askanews) - Richiami all'ordine, dalla Commissione europea alle ipotesi di spingere sulla ripresa economica tramite politiche di bilancio espansive. "Siamo in una ripresa abbastanza solida ma che non autorizza il rilancio di bilancio da parte di tutti e per tutti", ha affermato il commissario agli Affari economici Pierre Moscovici, intervenendo al Parlamento europeo.

"Penso sia necessario lavorare affinché il piano Juncker proceda bene. Penso che sia necessario mantenere delle politiche di bilancio che siano responsabili senza essere recessive - ha aggiunto - è la definizione della differenza tra la serietà e l'austerità".

In generale oggi in media nell'Ue "le politiche di bilancio sono leggermente espansive", ha notato. Ma "non potrei mai pretendere di sostenere che la crisi è finita. Quando vedo le tensioni dei mercati, la situazione internazionale e il tasso di crescita economica che resta troppo debole, specialmente nell'area euro - ha concluso Moscovici -. Non avrei mai la stoltezza di dire che la crisi è finita".

Intervenendo a sua volta al parlamento Ue, dove si svolgeva il dibattito sul semestre europeo, secondo il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis, responsabile dell'euro, "la notizia positiva è che il grosso del lavoro (sul risanamento dei conti-ndr) è fatto. Vediamo chiaramente deficit e debiti calare nell'area euro. Ma al tempo stesso - ha rilevato intervenendo a sua volta al parlamento Ue, dove si svolgeva il dibattito sul semestre europeo - la situazione è disomogenea e restano paesi con deficit eccessivi e con debiti molto elevati".

E quelle dei disavanzi in eccesso e dei debiti pubblici elevati "sono questioni ovviamente da affrontare perché non c'è crescita sostenibile senza finanze pubbliche sostenibili", ha concluso Dombrovskis.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
Delrio: "Proporrò sconti sugli abbonamenti del trasporto locale"