giovedì 23 febbraio | 17:09
pubblicato il 06/mag/2014 13:22

L'Ocse taglia le stime sulla ripresa italiana: nel 2014 +0,5%

Pesa l'alta disoccupazione, Paese ancora vulnerabile

L'Ocse taglia le stime sulla ripresa italiana: nel 2014 +0,5%

Milano (askanews) - La ripresa c'è, anche in Italia, ma è molto lenta e il nostro Paese resta fragile e "vulnerabile a potenziali scossoni". E' questa la fotografia che emerge dall'ultimo Economic Outlook dell'Ocse, che vede al ribasso le stime sulla crescita del Pil italiano nel 2014, previsto ora a un +0,5%. Nel 2015, secondo l'organizzazione, si arriverà a un +1,1%. La nota positiva è la dinamica, finalmente rialzista, dopo una lunga fase di contrazione, ma la disoccupazione pesa, e secondo l'Ocse gli occupati continueranno a diminuire quest'anno, per poi riprendere un trend positivo nel 2015. In questo senso arrivano anche i dati di Confartigianato che certificano che dal 2008 sono stati persi 1milione e 200mila posti di lavoro, ossia 556 ogni giorno.

Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
Generali
Generali,de Courtois: da estero e Cina 60% risultati e cresceranno
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech