domenica 26 febbraio | 23:28
pubblicato il 30/mag/2015 14:05

L'Isa entra in Granarolo International per sostenere l'export

Calzolari: puntiamo a realizzare il 35% del fatturato all'estero

L'Isa entra in Granarolo International per sostenere l'export

Milano, (askanews) - Dopo la Centrale del latte di Brescia, nel cui capitale è entrata insieme a Coldiretti, Granarolo annuncia un'altra operazione che in questo caso guarda oltre i confini nazionali. Si tratta dell'ingresso dell'Istituto di sviluppo agroalimentare, guidato da Enrico Corali, in Granarolo international per incrementare le esportazioni di prodotti lattiero caseari all'estero. Gianpiero Calzolari, presidente della società:

"Questa società ha la funzione di portare i prodotti all'estero. Abbiamo ambizione di raggiungere il traguardo del 35% del fatturato all'estero, siamo al 16%. Abbiamo chiesto aiuto al ministro e all'Isa per aiutarci a fare gli investimenti che servono".

Calzolari assicura che i fondi che arriveranno dall'Isa non saranno utilizzati per ripianare debiti ma per sostenere la crescita all'estero.

"Noi non abbiamo bisogno di assistenza, abbiamo bisogno di denaro per capitalizzare, tiene pulito il bilancio ma lo utilizzeremo sicuramente non per ripianare debiti ma per conquistare altre fette di mercato".

Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech